Strage di migranti, la Marina Militare individua relitto del barcone affondato

A circa 85 miglia a nord est delle coste libiche è stato localizzato, ad una profondità di 375 metri, un relitto di colore blu della lunghezza di 25 metri, correlabile con il relitto del barcone inabissatosi lo scorso 18 aprile

La Marina Militare, a seguito della richiesta della Procura di Catania, ha reso disponibile i cacciamine Gaeta e Vieste, insieme alla corvetta Sfinge, per le operazioni di ricerca e localizzazione del peschereccio affondato il 18 aprile scorso. Oggi a circa 85 miglia a nord est delle coste libiche è stato localizzato, ad una profondità di 375 metri, un relitto di colore blu della lunghezza di 25 metri, correlabile con il relitto del barcone inabissatosi lo scorso 18 aprile. La rilevazione del relitto è stata possibile grazie alle strumentazioni sonar ed il mezzo subacqueo Gigas in dotazione ai cacciamine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento