Strage migranti nel Canale di Sicilia, i funerali delle prime vittime identificate

Si sono tenuti oggi i funerali delle prime 13 vittime identificate del naufragio che lo scorso 18 aprile nel Canale di Sicilia costò la vita a circa 700 persone, come testimoniato dai superstiti. Tredici le bare allineate nella corte di Palazzo dei Chierici in piazza Duomo

Si sono tenuti oggi i funerali delle prime 13 vittime identificate del naufragio che lo scorso 18 aprile nel Canale di Sicilia costò la vita a circa 700 persone, come testimoniato dai superstiti. Tredici le bare allineate nella corte di Palazzo dei Chierici in piazza Duomo. Le vittime recuperate al largo della Libia, sono tutte uomini di origine africana. Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, per testimoniare "l'accoglienza" mostrata dalla città ai migranti ha reso omaggio alle vittime con un minuto di silenzio e con una rosa rossa e una bianca deposta sui 13 feretri. Alla funzione interreligiosa hanno partecipanto le autorità civili e militari e rappresentanti della comunità coopta. (VIDEO)

"Un momento commovente e significativo" ha dichiarato l'arcivescovo Salvatore Gristina. "Abbiamo ricordato queste 13 persone e i fratelli e le sorelle che, in quest'ultimo periodo e nella tragedia in cui hanno perso la vita. La gente - ha aggiunto - ci interpella circa la nostra umanità e circa quei sentimenti che devono sempre piu' caratterizzarci, come la solidarieta'. Sempre con piu' sensibilita' dobbiamo farci carico di queste vicende. Nessuno, ne' persona, nè istituzione puo' tirarsi indietro: tutti siamo impegnati. Oggi abbiamo pregato e con la preghiera non e' evasione, ma la preghiera e' innanzitutto ricordare tutti i fratelli e le sorelle che hanno trovato la morte in queste condizioni. La preghiera significa anche l'umile consapevolezza che si tratta di un grande problema e' che abbiamo bisogno di lavorare tutti uniti". Catania, ha concluso, "ha voluto esprimere tutta questa realta' anche se il contesto certamente è quello del dolore, ma dobbiamo sempre piu' muoverci verso questi sentieri di umanita' e di solidarietà" (VIDEO).

"Sono persone che hanno inseguito un sogno - ha detto il sindaco Enzo Bianco - una speranza e io penso che davanti a queste tragedie tutto il resto, le polemiche politiche, facciano rabbrividire. Abbiamo voluto compiere un gesto di umanita' e Catania non si tira indietro. Noi li seppelliremo nel nostro cimitero. La citta' di Catania rivolge unomaggio a queste persone e alle molte altre di cui non recuperemo maii corpi, che hanno lasciato la loro terra per inseguire un sogno che si e' infranto dopo mille sofferenze ma che credo sia dovere di un continente come l'Europa di grande civilta non dimenticare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento