Strisce blu gratuite per Capodanno: Legambiente dice no

Secondo gli ambientalisti, la misura adottata costituisce un incentivo all’uso dell’auto e vanifica gli sforzi messi in campo dalle aziende Amt e Ferrovia Circumetnea

"I proventi di Sostare per abbonamenti al trasporto pubblico siano regalati alle famiglie povere di Catania". E' la proposta di Legambiente che ha diffuso una nota per spiegare ai cittadini la sua posizione in merito alle tasse sul parcheggio in città.

"Apprezziamo gli sforzi dell’amministrazione comunale per rendere più sereno il clima tra i catanesi almeno durante le festività natalizie, nonostante la grave crisi economica. Purtroppo però tra le iniziative organizzate dal Comune è stata annunciata anche la concessione gratuita della sosta sulle strisce blu in occasione della notte di San Silvestro: una misura presentata come un “regalo” ai catanesi e che però costituisce un incentivo all’uso dell’auto e vanifica gli sforzi messi in campo dalle aziende Amt e Ferrovia Circumetnea le quali, invece, si sono spese in modo encomiabile ed efficace con varie iniziative per invogliare i cittadini all’utilizzo del trasporto pubblico nel periodo natalizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Aspettiamo da tanto tempo che la città si metta in linea con le grandi metropoli europee nell'attuazione di politiche intelligenti di mobilità. Invece, non solo non se ne vede l'ombra, ma addirittura le misure adottate sono di segno contrario" afferma la presidente di Legambiente, avvocato Viola Sorbello. "Annunciare la gratuità della sosta negli spazi di Sostare non significa solo aggravare le già critiche condizioni di caos e smog nel centro città, ma, anche mandare un messaggio sbagliato ai catanesi. Una comunicazione in controtendenza rispetto a quella già avviata da tempo dagli amministratori di grandi città che puntano a rendere i centri urbani sempre più vivibili ed attraenti per cittadini e visitatori attraverso l’uso consapevole di strategie di mobilità intelligente tra cui anche il pagamento di pedaggi sia per la sosta che per il transito di mezzi privati dei non residenti”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento