rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca

Studenti catanesi in marcia per il clima: ritorna "Fridays for Future"

Lo scopo della protesta è quello di riportare la crisi climatica di nuovo al centro dell'attenzione pubblica, alla vigilia delle elezioni

In oltre 70 città italiane studenti e comuni cittadini tornano a manifestare contro i cambiamenti climatici, partecipando a manifestazioni e cortei. L'iniziativa di oggi, che a Catania si è svolta con un corteo lungo la via Etnea, rappresenta anche il culmine del lavoro svolto da "Fridays For Future" durante la campagna elettorale per portare al centro del dibattito pubblico i temi e le misure necessarie per risolvere la crisi climatica e per garantire supporto alle persone più colpite dagli effetti della crisi energetica. Lo scopo della protesta è quello di riportare la crisi climatica di nuovo al centro dell'attenzione pubblica. "Il disastro avvenuto nelle Marche pochi giorni fa -  spiega Agnese Casadei, portavoce di Fridays for future Italia - ci ricorda quali siano le conseguenze di ignorare la crisi climatica. La possibilità di evitare un aumento catastrofico delle temperature dipende dai prossimi 5 anni, e rischiamo che essi vengano sprecati da un Parlamento che non vede la questione climatica come prioritaria. Non possiamo permetterci che questo accada: la politica deve sapere che ignorare questo problema non è un'opzione se vuole ottenere il consenso da parte dei cittadini. Deve sapere anche che non agire oggi significa essere complici criminali della crisi più grande della storia dell'uomo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti catanesi in marcia per il clima: ritorna "Fridays for Future"

CataniaToday è in caricamento