rotate-mobile
Cronaca Civita / Via Etnea

Il Sunia annuncia altro sit-in in prefettura: "Grave disagio sociale"

Le graduatorie pubblicate dal Comune di Catania allarmano la sigla sindacale. Il rischio è di perdere i fondi per Librino

"No agli sfratti e sì alle case popolari. La casa è un diritto per tutti”. Con questo slogan il Sunia, di Catania annuncia un altro sit-in Prefettura. Si terrà giovedì alle 10 per dire “no agli sfratti e sì alle case popolari. La casa è un diritto per tutti". "Le tre graduatorie per l’accesso all’assegnazione delle case popolari pubblicate in questi giorni dal Comune di Catania descrivono una situazione particolarmente grave - sostengono i rappresentanti delle tre sigle sindacali- e un disagio sociale e abitativo tante volte denunciato". Tra i numeri più significativi in graduatoria emergono 778 sfrattati; 967 in condizioni di disagio economico e 3.857 alloggi Iacp. "A fronte di oltre cinquemila richieste ammesse all’assegnazione l’offerta è minima. Sono infatti solo 24 gli alloggi già pronti che potranno essere assegnati agli sfrattati e al disagio socio economico. Si rischia di perdere 12 milioni di euro per la riqualificazione delle due Torri di Librino e non si hanno notizie in merito al Pnrr e fondi comunitari".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Sunia annuncia altro sit-in in prefettura: "Grave disagio sociale"

CataniaToday è in caricamento