menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo di cemento di Librino, Sunia: "L'assegnazione degli alloggi caso complesso"

La nota del sindacato degli inquilini relativa ad alcuni problemi relativi ai contatori di luce e acqua

"Diventa un caso piu' complesso di quanto previsto l'assegnazione degli appartamenti comunali nella Torre Leone di Librino". Lo afferma il Sunia spiegando che "terminata la fase di consegna delle chiavi agli aventi diritto, in mattinata il Comune non era ancora riuscito a risolvere i problemi relativi ai contatori della luce e dell'acqua scatenando la rabbia degli assegnatari" e che "soltanto in un secondo momento i futuri inquilini hanno potuto fare ingresso nei propri alloggi". La segretaria provinciale del Sunia Giusi Milazzo stamattina ha seguito il gruppo di assegnatari che hanno protestato spontaneamente ai piedi della "Torre".

"Abbiamo incontrato il capo di gabinetto per segnalare ufficialmente il problema - osserva Milazzo- Abbiamo sottolineato la necessità di risolvere al più presto tutti gli impedimenti e di informare in maniera chiara tutti gli assegnatari . Il Sunia è "solidale con gli assegnatari che reclamano il rispetto degli impegni assunti e il diritto a essere informati" e "continueremo l'impegno sino alla conclusione di questa vicenda che ha del paradossale e che purtroppo dimostra la difficoltà di coordinamento tra  i settori dell'amministrazione"

 Altro problema segnlato dal sindacato riguarda, invece, l'odissea delle 26 famiglie delle forze dell'ordine di viale Bummacaro a Librino: un nuovo atto di precetto sarebbe stato recapitato agli inquilini con l'intimazione a lasciare gli appartamenti del palazzo di proprietà di una ditta privata entro dieci giorni. La segretaria del Sunia Giusi Milazzo precisa che "la comunicazione è arrivata dai custodi giudiziari dell'immobile indicati dalla Regione Siciliana".

"Tutto ciò - aggiunge la sindacalista - accade mentre siamo ancora in attesa della pubblicazione dell'avviso pubblico per la ricognizione degli alloggi che la Regione dovrà acquistare per dare una casa alle famiglie, così come promesso anche dall'assessore regionale. Se da un lato arrivano rassicurazioni circa la pubblicazione dell'avviso che potrebbe avvenire in settimana, dall'altro è evidente la discrepanza tra i comportamenti dei diversi uffici della stessa amministrazione regionale. Ciò continua a creare disorientamento e preoccupazione tra le famiglie di chi per anni ha servito e continua a servire lo Stato"

 "Chiediamo alla Regione di tenere comunque fede agli impegni assunti e di adottare comportamenti coordinati - conclude la segretaria del Sunia- per assicurare che il percorso già  individuato possa essere completato garantendo serenità e rispetto per le tante famiglie interessate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento