menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Supermercati Forté, lavoratori ancora in sciopero

Il tribunale di Catania si pronuncerà sull'eventuale autorizzazione alla cessione di 56 punti vendita alla Apulia Distribuzione il 7 gennaio

Continua lo sciopero dei lavoratori Fortè dell'intera regione siciliana. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno indetto, per oggi una manifestazione a sostegno della vertenza che coinvolge oltre 500 lavoratori e le loro famiglie. "Un 2019 amaro per questi lavoratori per lo più monoreddito che, giorno dopo giorno, temono sempre più di non poter sostentare i bisogni quotidiani delle loro famiglie- dichiara Mimma Calabrò, Segretario Generale della Fisascat Cisl Sicilia- ecco perché abbiamo organizzato un corteo che partirà da Piazza Alberigo Gentili per raggiungere, a fianco dei lavoratori, il punto vendita di via Generale Di Maria dove è organizzato il sit-in". "I lavoratori sono ormai allo stremo - continua Calabrò- I troppi ritardi nel pagamento degli stipendi sono diventati insostenibili. Ad aggravare ancor più la situazione, la domanda di ammissione all'amministrazione straordinaria formulata dall'Azienda che ha bloccato la procedura di cessione di 56 punti vendita alla Apulia Distribuzione". Il tribunale di Catania, presso cui è stata depositata la procedura, infatti, si pronuncerà sull'eventuale autorizzazione soltanto il 7 gennaio. "A fronte di un anno che sta per finire e che ha assunto connotati drammatici per questi lavoratori, auspichiamo che, il nuovo anno, possa portare risvolti più confortanti -conclude la Sindacalista - non possiamo che augurarci, pertanto, che riprenda quanto prima il confronto a tutela di tutti i livelli occupazionali"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento