Svolta nelle indagini per l'omicidio di Enzo Fragalà, arrestate 6 persone

Il noto penalista e politico fu aggredito davanti al suo studio di Palermo la sera del 23 febbraio 2010 nei pressi del tribunale e, dopo alcuni giorni di coma, morì a causa delle gravissime seguito lesioni alla testa

Foto: PalermoToday

Le indagini sulla morte dell'avvocato catanese Enzo Fragalà sono arrivate ad una svolta attesa da tempo. I carabinieri hanno arrestato 6 persone. In manette sono finiti Francesco Arcuri, Anotnino Abbate, Salvatore Ingrassia, Antonino Siragusa, Paolo Cocco, Francesco Castronovo.

Il noto penalista e politico fu aggredito davanti al suo studio di Palermo la sera del 23 febbraio 2010 nei pressi del tribunale e, dopo alcuni giorni di coma, morì a causa delle gravissime seguito lesioni alla testa. Nel luglio del 2013 e nel gennaio del 2014, all'interno del carcere di Parma, sono stati intercettati due colloqui tra quello che era il capomafia di Porta Nuova, Giuseppe Di Giacomo e il fratello ergastolano, Giovanni Di Giacomo. Durante queste conversazioni è emerso chiaramente come i due boss sapessero che i killer di Fragalà fossero affilliati al mandamento di Porta Nuova e in particolare alla famiglia di Borgo Vecchio.

Le indagini, coordinate dalla Procura distrettuale di Palermo diretta da Francesco Lo Voi (coadiuvato dai magistrati Leonardo Agueci, Francesca Mazzocco, Caterina Malagoli e Nino Di Matteo) e sfociate negli arresti di oggi da parte dei carabinieri, hanno trovato la svolta a seguito di nuove intercettazioni e la collaborazione di alcuni indagati. Così sono scattate le sei ordinanze cautelari.

Inizia a sbriciolarsi il muro di omertà e il velo di mistero che ha coperto la morte dell'avvocato fa intravedere le prime certezze. Un'altra data importante è quella del 27 aprile 2015: Francesco Chiarello, del clan di Borgo Vecchio, manifesta la volontà di collaborare con la giustizia. Durante il primo interrogatorio ammette di essere a conoscenza delle modalità con cui è stato ucciso Fragalà. E indica gli autori dell'agguato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento