Tagli ai servizi sociali: mamme sfondano il portone del Comune

Continua la protesta delle mamme e dei lavoratori degli istituti di assistenza catanesi contro il taglio di 2 milioni e mezzo di euro destinati alle fasce deboli

Continua la protesta delle mamme e dei lavoratori degli istituti di assistenza catanesi, che questa mattina hanno protestato in Piazza Duomo contro il taglio di due milioni e mezzo di euro destinati ad aiuti per le fasce deboli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scorsa settimana avevano già chiesto un intervento urgente da parte del sindaco Stancanelli e dell’assessore ai servizi sociali Carlo Pennisi. Una sola delle sette mensilità arretrate è stata versata ai circa duecento dipendenti.

Nessuna tensione tra i manifestanti e le forze dell’ ordine, ma un nutrito gruppo di mamme ha forzato il portone d’ingresso di Palazzo degli Elefanti chiedendo un incontro con il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento