Un consigliere del II Municipio positivo al Covid, tamponi su 43 vigili urbani

I componenti del nucleo familiare sono tutti “asintomatici” e hanno effettuato il tampone perché in partenza per una vacanza. I tamponi eseguiti sui vigili urbani sono risultati negativi

A causa della positività al Covid-19 riscontrata in un consigliere del II Municipio di Catania e dei suoi congiunti, l’amministrazione Comunale ha disposto la chiusura temporanea delle sedi e la sanificazione degli uffici decentrati di Barriera/via Frassati, Picanello e del Castello di Leucatia. I componenti del nucleo familiare sono tutti “asintomatici” e hanno effettuato il tampone perché in partenza per una vacanza. Gli operatori dell’Asp stanno collaborando con il Comune per l’attuazione dei protocolli di prevenzione alla diffusione del virus e dei vari passaggi previsti per essere attuati. Gli uffici di via Frassati a Barriera, a conclusione della attività di sanificazione e igienizzazione, riapriranno mercoledì;il Castello di Leucatia (dove hanno sede la sala consiliare e la biblioteca del II Municipio) e il centro servizi anagrafico di Picanello verranno aperti al pubblico, invece, giovedì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa mattina, intanto, due medici e due infermieri dell'Asp3 di Catania si sono recati nel Comando di polizia municipale per effettuare i tamponi a tutto il personale che ha riferito di aver avuto, nelle ultime settimane, contatti con l'ispettore del Corpo che nei giorni scorsi è risultato positivo al Covid-19. 43 tamponi rapidi effttuati che in soli 15 minuti, hanno dato il loro responso, per tutti negativo. Gratitudine per l’efficienza e la rapidità è stata espressa dal Comandante della polizia locale Stefano Sorbino al personale dell'Asp, al Commissario Covid Pino Di Liberti e al capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, che hanno concordato con i medici dell'Unità specializzata, la tempestiva esecuzione della prova diagnostica per tutto il personale del corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento