Cronaca

Tares, "premi" per chi utilizza le isole ecologiche e esenzione per redditi minimi

"Esenzione dalla Tares per i nuclei familiari con un reddito non superiore alla pensione minima Inps. "Sono previste inoltre - ha dichiarato l'assessore Girlando - riduzioni per le abitazioni stagionali e per coloro i quali risiedono all'estero"

Quello dei rifiuti è uno dei problemi più gravi della nostra città. Per contribuire a risolverlo la Giunta comunale di Catania ha approvato una nuova bozza di regolamento per la Tares, la tassa per lo smaltimento, che prevede tutta una serie di premialità per coloro i quali procederanno alla raccolta in isola ecologica nelle modalità previste dalla legge.

"Per essere concreti  -ha spiegato l'assessore al Bilancio Giuseppe Girlando - sarà riconosciuto a chi conferirà i rifiuti in maniera differenziata consegnandola in queste strutture un credito pari a cinque centesimi di euro per ogni chilo. Ovviamente lo "sconto", pur essendo tra i più alti d'Italia, ha un limite: potrà riguardare un importo complessivo non superiore al 30% della tariffa".

La bozza di regolamento sarà adesso trasmessa al Consiglio comunale per la sua definitiva approvazione. L'assessore ha reso noto inoltre che, nello stilare la bozza, l'Amministrazione ha seguito le indicazioni stabilite in sede ministeriale a parte alcune eccezioni. Per esempio ha deciso l'esenzione dalla Tares per i nuclei familiari con un reddito non superiore alla pensione minima Inps. "Sono previste inoltre - ha aggiunto Girlando - riduzioni per le abitazioni stagionali e per coloro i quali risiedono all'estero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tares, "premi" per chi utilizza le isole ecologiche e esenzione per redditi minimi

CataniaToday è in caricamento