menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa rifiuti, in arrivo nuove aliquote Tares: la delibera del Comune

Un aumento contenuto al 9,5%. L'assessore Girlando: "Abbiamo elaborato un prospetto da cui emerge chiaramente come se avessimo scelto di applicare la Tares, gli importi sarebbero stati molto più elevati e si sarebbero colpite le famiglie con più di due componenti"

La Giunta comunale di Catania ha delibato un aumento della Tassa sui rifiuti, ma, avendo proposto al Consiglio comunale che esaminerà la delibera nella seduta di giovedì, il regime della Tares semplificata, si avrà comunque per i cittadini un considerevole risparmio rispetto alle previsioni della Tares.

Un aumento contenuto al 9,5% e che consentirà a una famiglia di quattro persone che abita una casa di 80 metri quadrati di risparmiare ben 128 euro rispetto a quanto avrebbe pagato se l’Amministrazione avesse scelto di applicare il regime tariffario della Tares “Abbiamo elaborato un prospetto – ha spiegato l’assessore al Bilancio Giuseppe Girlando – da cui emerge chiaramente come se avessimo scelto di applicare la Tares, gli importi sarebbero stati molto più elevati e si sarebbero colpite le famiglie con più di due componenti e in particolar modo quelle numerose. Colpito anche, altrettanto paradossalmente, chi vive in abitazioni più piccole”.

Secondo il prospetto chi nel 2012 aveva pagato 302,72 euro per una casa di 80 metri quadrati, quest’anno ne pagherà 331,4784. Ma se si fosse adottata la Tares invece che la sua versione semplificata e la casa fosse abitata da una famiglia di quattro persone, la cifra da pagare sarebbe stata di 459,64 euro, 128,16 in più. E se le persone fossero state cinque, sempre in una casa da 80 metri quadrati, si sarebbero pagati addirittura 508,96 euro.

“Invece– ha detto Girlando - grazie a quanto disposto dalla legge di conversione approvata il 28 ottobre scorso, l’Amministrazione ha avuto la possibilità di adottare quella "Tares semplificata" che ha le medesime regole della Tarsu e che in più consente di utilizzare i crediti per il conferimento in discarica. Naturalmente alle tariffe, per via della legge nazionale e del Piano di rientro del Comune di Catania, si dovrà applicare un aumento che sarà del 9,5%, “a meno che il Consiglio comunale, che dovrà occuparsi della questione entro il 30 novembre, non decida diversamente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento