Teatro Bellini, Snalv Confsal: "A rischio centinaia di posti di lavoro"

Anche il sindacato autonomo interviene sulla grave questione relativa al teatro etneo che a causa dei tagli regionali al settore cultura rischia di chiudere

Sulla crisi del teatro Bellini e sul rischio chiusura dell'ente lirico che potrebbe subire gravi tagli dalla Regione intervenire anche il sindacato catanese Snalv Confsal: "Cambia il governo ma non la sonata - afferma Antonio Santonocito, il segretario regionale de sindacato autonomo Snalv, aderente alla Confsal -. Ancora una volta si annunciano tagli per il teatro Massimo Bellini, ma questa volta a farlo è l'amministrazione del presidente Nello Musumeci. I problemi però rimangono gli stessi, anzi si aggravano e a pagare il conto sono sempre i lavoratori. Con i nuovi tagli annunciati infatti - continua il segretario - si annuncia il disastro per l'ente Teatro Massimo Bellini e per i suoi lavoratori".

"Per i precari, che da anni si battono per la stabilizzazione, non solo si infrange ogni speranza di stabilità in azienda, non potranno essere neanche più assunti a tempo, come avvenuto in questi anni, per mancanza di fondi. Addirittura, - dichiara ancora Antonio Santonocito - e i tagli alla cultura annunciati fossero confermati il Teatro stesso dovrebbe chiudere i battenti lasciando a casa tutti. Le ricadute sarebbero disastrose per la città di Catania sia dal punto di vista economico sociale che culturale. La paventata possibilità di chiusura del Teatro Massimo non solo significherebbe perdere centinaia di posti di lavoro, ma anche perdere uno dei patrimoni culturali più rappresentativi della nostra città. Reputo la possibilità assurda, - conclude il segretario regionale Snalv Antonio Santonocito - e confido nel rientro dell'allarme per il bene di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento