Cronaca

Teatro Massimo “Bellini”, i sindacati: “A rischio stipendi e stagione estiva”

Nonostante le rassicurazioni del presidente della Regione, Nello Musumeci e dell’assessore regionale Sandro Pappalardo, appare sempre più inevitabile e vicina la paralisi del teatro

E' in corso una conferenza stampa aperta alla città, nel foyer del Teatro Massimo “Bellini”. Oggi, infatti, scade il termine di presentazione dei Bilanci triennali del Teatro Massimo “Bellini” e a causa del finanziamento ridotto, da parte della Regione Siciliana, per il triennio a 11,6 milioni per l'anno 2019 in corso, a 8,8 milioni per il 2020, e addirittura a zero euro per il 2021, sarà impossibile adempiere agli obblighi di legge.

Nonostante le rassicurazioni del presidente della Regione, Nello Musumeci e dell’assessore regionale Sandro Pappalardo, appare sempre più inevitabile e vicina la paralisi del teatro, in primis le attività estive, e appare a serio rischio l'erogazione degli stipendi dei dipendenti e l'assunzione del personale precario, con un impatto devastante sull'occupazione.

I sindacati catanesi hanno così organizzato una conferenza aperta alla città. A presiederla saranno i segretari generali della CGIL Giacomo Rota, di CISL Maurizio Attanasio, della UIL Enza Meli, e della UGL Giovanni Musumeci; lo comunicano i rappresentanti sindacali delle sigle di categoria Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, UGL, Fials, Libersind e Snalv.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Massimo “Bellini”, i sindacati: “A rischio stipendi e stagione estiva”

CataniaToday è in caricamento