Teatro Stabile, continua lo stato di agitazione: presidio davanti Palazzo Esa

Centinaia di lavoratori senza occupazione. Una programmazione limitata nella quantità. Soprattutto: una penalizzante discriminazione rispetto agli altri importanti teatri dell'isola che hanno recuperato parte delle annunciate decurtazioni

"Il teatro non è altro che il disperato sforzo dell'uomo di dare un senso alla vita". Sono le parole di Eduardo De Filippo che, al meglio, "sposano" la causa di un teatro "tagliato" nel suo intento di fare cultura. Continua, infatti, lo stato di agitazione del Teatro Stabile di Catania per la drastica e discriminata riduzione dei finanziamenti regionali.

Una mobilitazione che passa dalle piazze e dal web. Sulla pagina facebook, si legge: "Centinaia di lavoratori senza occupazione. Una programmazione limitata nella quantità. Soprattutto: una penalizzante discriminazione rispetto agli altri importanti teatri dell'isola che hanno recuperato parte delle annunciate decurtazioni. Questa discriminazione è un attacco politico volto ascardinare il Teatro Stabile di Catania. Questi i motivi che inducono il Teatro Stabile di Catania e quanti vi operano, a continuare lo stato di agitazione contro i drastici tagli regionali".

Ecco che, dopo la grande protesta di sabato sera - che ha visto centinaia di catanesi in piazza Università per la "Festa a teatro" a sostegno dei lavoratori e della qualità della programmazione dello Stabile- l'altro appuntamento è questa mattina. Un presidio, promosso da tutte le sigle sindacali, che i lavoratori effettueranno davanti al Palazzo dell'Esa, per protestare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento