Tempo di funghi, riapre l’ispettorato micologico dell’Asp di Catania

I micologi aziendali garantiranno, in collaborazione con i 58 comuni della Provincia, il regolare espletamento dell’attività di vigilanza sia sulla vendita di funghi (in occasione di sagre e similari) sia presso i ristoranti

Riapre l’Ispettorato micologico dell’Asp di Catania. Gli utenti potranno rivolgersi ai micologi aziendali il lunedì (ed i giorni successivi ad un festivo) dalle ore 8.00 alle ore 10.00 e dal martedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 9.00, ad eccezione dello sportello di Giarre, che rispetterà gli orari indicati nella tabella. Saranno, inoltre, previste, come negli anni precedenti, anche delle aperture straordinarie (come riportato in tabella) nei fine settimana del periodo di maggiore produzione.

Contestualmente è stata già riattivata la reperibilità micologica presso i Pronto soccorso ospedalieri per gli eventuali casi di intossicazione da funghi spontanei. A tal proposito si ricorda ai cittadini che, ove possibile, per agevolare il riconoscimento dei funghi responsabili di intossicazione, è sempre consigliato portare con sé i residui di “funghi crudi e/o cotti”.

I micologi aziendali garantiranno, in collaborazione con i 58 Comuni della Provincia, il regolare espletamento dell’attività di vigilanza sia sulla vendita di funghi (in occasione di sagre e similari) sia presso i ristoranti. L’Ispettorato resterà aperto fino al 30 novembre per riaprire successivamente, in base alla stagionalità, nel periodo primaverile. Il prossimo 29 settembre, è inoltre prevista la seduta d’esame per abilitazione alla vendita di funghi freschi epigei spontanei. L’esame si terrà alle ore 9.00 presso l’aula del Dipartimento di Prevenzione Medico dell’Asp di Catania, sita a S. Gregorio di Catania, in via Tevere n. 39. Dati sulla stagione micologica 2016 Nel corso dell’anno 2016 sono stati effettuati 8 interventi di reperibilità micologica ospedaliera per intossicazione da funghi. In tutti casi si è trattato di raccoglitori occasionali che non avevano fatto controllare (gratuitamente) i funghi presso gli sportelli micologici prima del consumo.

Sono stati rilasciati 171 certificati di commestibilità ad uso commerciale (per un totale di 624 kg di funghi) e 46 certificati ad uso privato. Risulta chiara la necessità di sollecitate i raccoglitori occasionali a far controllare gratuitamente i funghi raccolti, presso le sedi dell’Ispettorato micologico, al fine di evitare nuovi casi di ricovero ospedaliero, che si sarebbero potuti facilmente evitare usufruendo del servizio offerto dall’Asp di Catania. Servizi offerti dagli sportelli micologici L’Ispettorato assicurerà presso i singoli sportelli micologici, i seguenti servizi: esame di commestibilità dei funghi freschi epigei spontanei raccolti da privati ad uso proprio (a titolo gratuito); rilascio certificazione commestibilità dei funghi freschi epigei spontanei destinati alla vendita al dettaglio, ivi compresi quelli destinati alla ristorazione pubblica (previo pagamento di 1,00 euro per chilogrammo su c/c 49436850 ASP Catania Causale “diritti sanitari ispettorato micologico”).

Avvisi per i rivenditori e i ristoratori Al fine di favorire il rilascio di certificazione per i funghi destinati alla vendita e ai ristoranti, si ricorda che i venditori, in possesso di attestato di idoneità al riconoscimento di funghi freschi epigei spontanei, potranno acquistare, tramite c/c postale 49436850 ASP Catania (causale “diritti sanitari ispettorato micologico”) blocchetti del valore di euro 10,00 50,00 e 100,00, con tagli singoli rispettivamente di 1, 5 e 10 euro.

Ogni blocchetto sarà composto da 10 buoni da utilizzare frazionatamente per il pagamento dei diritti sanitari con notevole risparmio di tempo e semplificazione della procedura. Ai sensi della vigente normativa nazionale (L. 352/93 e D.P.R. 376/95) e della Legge regionale n. 3 del 1° febbraio 2006, possono vendere funghi spontanei esclusivamente i commercianti in possesso attestato di idoneità al riconoscimento di funghi freschi epigei spontanei per le singole specie di funghi, riportate sul certificato (che il commerciante è tenuto ad esibire su richiesta dell’acquirente), e tutti i funghi in vendita devono essere preventivamente certificati dai micologi aziendali. Raccomandazioni per i consumatori Si raccomanda a tutti i consumatori di richiedere al venditore di esibire attestato di idoneità al riconoscimento di funghi freschi epigei spontanei, finalizzato alla vendita e soprattutto di acquistare esclusivamente funghi in possesso della certificazione della Azienda sanitaria provinciale. Tale certificazione, infatti, garantisce la commestibilità dei funghi e riporta altresì la data entro la quale gli stessi vanno tassativamente consumati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento