Tornano le tende alle spalle di piazza della Repubblica

A montarle sono stranieri senza fissa dimora, che non hanno altro posto dove andare

Il comitato Romolo Murri, attraverso il suo presidente Vincenzo Parisi, lancia l'allarme per il degrado in cui versa l'area incolta posta alle spalle di Corso Sicilia. Sono tornate le tende o altri tipi di ripari di fortuna, montati da stranieri senza fissa dimora, che non hanno altro posto dove andare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Che si tratti di un terreno privato o pubblico poco importa: il comitato - dice Parisi -chiede al Sindaco Pogliese ed a tutti gli enti preposti di attivarsi affinchè questo problema venga definitivamente risolto. Una questione di abbandono ed emergenza sociale notata anche dai residenti delle palazzine circostanti che già devono convivere con i problemi che tutti ben conoscono nel vicino Corso Sicilia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento