rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Cappuccini / Via Mogadiscio

Tenta il furto di un'auto in via Mogadiscio ma viene beccato dalla polizia

Il ladro ha avanzato delle scuse, dicendo di essere il proprietario del mezzo e di aver smarrito le chiavi, ma le sue giustificazioni non hanno convinto i poliziotti

Nella mattinata di ieri personale della sezione volanti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico ha arrestato per i reati di tentato furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale il pregiudicato S.A. (classe 1980). Nello specifico, gli equipaggi delle volanti si sono recati in via Mogadiscio a seguito della segnalazione di un tentativo di furto di un’autovettura in sosta.

L’utente rimasto anonimo aveva fornito dettagliate descrizione sia del ladro che della macchina. Tempestivamente giunti sul posto, i poliziotti hanno individuato e bloccato l’uomo ancora intento ad armeggiare con un cacciavite e una pinza sulla serratura dello sportello dell’auto.

Il ladro ha avanzato delle scuse, dicendo di essere il proprietario del mezzo e di aver smarrito le chiavi, ma le sue giustificazioni non hanno convinto i poliziotti, che hanno proceduto, pertanto, ad approfondire gli accertamenti. Lo stesso è stato pertanto perquisito e trovato in possesso anche di un coltello a serramanico che nascondeva nel borsello.

Il ladro così ha tentato una fuga a piedi ma è stato raggiunto e definitivamente bloccato dopo pochi metri, nonostante continuasse ad opporre una strenua resistenza. Accertamenti eseguitii nell’immediatezza dei fatti hanno permesso di accertare, inoltre, che sul posto si era recato con un motociclo oggetto di furto, anch’esso con evidenti segni di effrazione, nel cui vano sottosella sono state trovate due autoradio di probabile provenienza furtiva e numerosi altri arnesi atti allo scasso.

S.A. è stato così arrestato per i reati di tentato furto aggravato della macchina e resistenza a pubblico ufficiale, nonché denunciato all'Autorità giudiziaria per i reati di ricettazione del motociclo e porto di armi e oggetti atti ad offendere. Su disposizione del Pm di turno è stato collocato presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio direttissimo previsto per oggi. Infine, il mezzo a due ruote è stato restituito al proprietario che ne aveva denunciato il furto e il proprietario dell’autovettura ha formalizzato la denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il furto di un'auto in via Mogadiscio ma viene beccato dalla polizia

CataniaToday è in caricamento