Tenta furto al centro commerciale “Porte di Catania”, bloccato dalla polizia

Nel momento in cui l'uomo è stato fermato, ha provato a sottrarsi al controllo colpendo con violenti calci e pugni gli agenti

Nella serata di ieri, la polizia ha arrestato il tunisino Bilel Momi per resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale e indagato in stato di libertà per ricettazione. L’uomo è stato fermato all’interno del parcheggio del centro commerciale “Porte di Catania”, da personale delle volanti, in quanto trovato in possesso di alcuni oggetti che erano stati poco prima rubati in una spiaggia della Playa ad una coppia di cittadini stranieri.

Nel momento in cui l'uomo è stato fermato, ha provato a sottrarsi al controllo colpendo con violenti calci e pugni gli agenti operanti dandosi alla fuga. Ne è scaturito un concitato inseguimento alla fine del quale è stato bloccato. Dopo esser stato messo in sicurezza, è stato arrestato e, su disposizione del Pm di turno, associato presso le locali camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio per direttissima. Gli oggetti provento del furto sono stati debitamente restituiti ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento