Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Via Duca d'Aosta

I carabinieri intervengono per una lite e salvano un 69enne che tenta un gesto estremo

Dopo aver appreso di una truffa, commessa da altre persone ai danni della moglie, un anziano cardiopatico ha tentato di lanciarsi dal terzo piano del palazzo. I carabinieri lo hanno salvato anche da una crisi epilettica, sopraggiunta subito dopo

I carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale sono intervenuti in corso Amedeo Duca d’Aosta dopo aver ricevuto una richiesta d’aiuto pervenuta al 112 da parte di una donna di 69 anni. Inizialmente la signora aveva chiesto aiuto ai militari per timore delle intemperanze del marito, coetaneo, che già nella mattinata l’aveva picchiata contestandole un presunto ammanco di denaro dal bilancio familiare. L’opera di persuasione dei militari aveva però placato gli animi dei due coniugi che, almeno apparentemente, si erano rasserenati. Tanto che la donna aveva invitato il marito a rientrare in casa spiegandogli che quella somma era da addebitare ad una truffa subita. L'ultima circostanza ha turbano nuovamente l’animo del 69enne che, preso da un improvviso scoramento, si è diretto immediatamente verso il balcone e, con l’aiuto di una sedia della cucina, ne ha scavalcato la ringhiera con l’intento di lanciarsi dal terzo piano del palazzo.

La prontezza dei due militari ha evitato la tragedia perché sono infatti riusciti ad afferrare l’uomo ormai penzolante nel vuoto aiutandosi l’uno con l’altro per contrastarne il peso, notevole perché di corporatura robusta. Riusciti a porlo in sicurezza sul pavimento del balcone, i militari hanno però dovuto fronteggiare un’altra emergenza perché il 69enne, cardiopatico, è stato anche colto da crisi epilettiche. Pertanto, in attesa dell’arrivo del personale del 118, hanno provveduto ad assisterlo effettuando un massaggio cardiaco e consentendogli la respirazione per evitare l’arretramento della lingua che già stava occludendogli le vie aeree. L’uomo è stato poi preso in consegna dai sanitari, che lo hanno trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro di Catania, dov’è tuttora ricoverato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri intervengono per una lite e salvano un 69enne che tenta un gesto estremo

CataniaToday è in caricamento