Tentano uno scippo aggredendo le vittime: indagati un uomo e una donna

I poliziotti sono riusciti a risalire all'identità dei due pregiudicati L.M. del 1982 e C.L. del 1995

Gli agenti del Commissariato Centrale hanno indagato due pregiudicati catanesi, un uomo L.M. del 1982 e una donna C.L. del 1995, perché ritenuti responsabili dei reati di tentata rapina e di lesioni personali. Nella mattinata dello scorso 18 agosto, due donne, dopo aver fatto visita a una congiunta ricoverata presso l’ospedale Vittorio Emanuele di via Plebiscito, sono state vittima di un’aggressione: uno scooter condotto da una ragazza si è avvicinato a loro e un uomo, seduto posteriormente, ha afferrato la tracolla della borsa di una delle due donne, tentando di strappargliela con la forza. La vittima ha reagito opponendo resistenza e anche l’altra donna, andandole in aiuto, si è opposta al tentativo di furto. L’uomo, invece di abbandonare la presa e allontanarsi, è sceso dal mezzo e colpendo le due malcapitate ha continuato con l’azione criminosa. Con tenacia e forza, le due donne sono riuscite a mettere in fuga l’uomo che, risalito a bordo dello scooter, si è allontanato velocemente, insieme alla ragazza che lo conduceva. Sul posto è intervenuta una volante e le donne, dopo essere state medicate al pronto soccorso per le lesioni riportate, hanno denunciato l’accaduto presso l’Ufficio Denunce della Questura. Personale della squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato Centrale, sulla scorta delle indicazioni e delle descrizioni fornite con dovizia di dettagli dalle due vittime, è riuscito a individuare gli autori della tentata rapina. Infatti, una rapida e accurata indagine ha portato all’individuazione dei due pregiudicati, già con precedenti per reati predatori, riconosciuti dalle vittime in sede di ricognizione fotografica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento