Tentata estorsione, provano ad incendiare un negozio di giocattoli: tre arresti

Nella notte tra sabato e domenica, tre criminali, utilizzando della benzina, hanno cercato di appiccare il fuoco alle saracinesche. Ricevuta una tempestiva segnalazione al 112, i carabinieri sono intervenuti tempestivamente

Nella notte tra sabato e domenica,  tre criminali, utilizzando della benzina, hanno cercato di appiccare il fuoco alle saracinesche di un negozio di giocattoli, con l’intenzione di intimidire un commerciante per fini estorsivi.

Ricevuta una tempestiva segnalazione al 112, la Centrale Operativa dei carabinieri ha inviato sul posto due gazzelle del Nucleo Radiomobile in servizio di pronto intervento. I Carabinieri,  hanno bloccato per primo uno dei malviventi mentre cercava di dileguarsi alla guida di un’auto, gli altri due invece, a bordo di un’altra vettura, sono stati fermati dopo un breve inseguimento nelle vie vicine.

Arrestati in flagranza tutti e tre i pregiudicati catanesi N.F.R., 63enne, S. Salvatore, 44enne e R. G., 37enne per tentata estorsione in concorso. 

A seguito della perquisizione effettuata sulle autovetture sono state trovate e sequestrate due bottiglie di plastica, delle quali una contenente ancora della benzina, oltre ad un paio di guanti ed un cappello utilizzato per nascondere il viso ad eventuali telecamere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento