Biancavilla chiede lo stato di calamità per i danni del terremoto

A Biancavilla, è giunto anche il Sindaco della Città Metropolitana, Salvo Pogliese responsabile degli Istituti di Secondo grado superiore

Il Comune di Biancavilla ha avanzato alla Regione la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale alla luce dei danni causati dall’evento sismico verificatosi nella notte dello scorso 6 ottobre. Una delibera formalizzata dalla giunta comunale e consegnata ieri pomeriggio all’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, giunto a Biancavilla per constatare di persona la gravità della situazione.

“Il Governo regionale farà la sua parte”, ha spiegato l’assessore della giunta Musumeci. “Occorre la sinergia e la partecipazione di tutti - spiega il sindaco Antonio Bonanno -: proseguiamo nei sopralluoghi e nella conta dei danni. La città ha bisogno di risposte immediate. E sono certo che verranno anche dalla Regione”. A Biancavilla, è giunto anche il Sindaco della Città Metropolitana, Salvo Pogliese responsabile degli Istituti di Secondo grado superiore. Sia l’Istituto Tecnico Industriale che l’Istituto Scienze Umane, domani saranno regolarmente aperti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento