rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Ingv

Terremoto alle falde dell'Etna, Ingv: "Attivata una faglia del fianco orientale del vulcano"

La scossa di magnitudo 3.3 ha avuto il suo epicentro a Santa Venerina ma è stato avvertito in diversi comuni del versante est fino a Giarre

Una scossa di terremoto è stata registrata questa mattina, sabato 5 febbraio, con epicentro a Santa Venerina, comune della città metropolitana di Catania. La scossa di terremoto, secondo i dati diffusi dall'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) ha avuto magnitudo 3,3 ed è stata registrata alle ore 8.20 circa a una profondità di 10 chilometri. Secondo le prime valutazioni dell'Ingv, il sisma è imputabile all'attivazione di una delle faglie che segmentano il fianco orientale del vulcano. Il terremoto è stato avvertito dalla popolazione dei comuni di Acireale, Aci Catena, Aci Sant'Antonio, Santa Venerina, Zafferana Etnea, Riposto e Giarre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto alle falde dell'Etna, Ingv: "Attivata una faglia del fianco orientale del vulcano"

CataniaToday è in caricamento