Aiuti per il terremoto, la Regione dice no al "cemento selvaggio"

È allo studio, per sostenere imprese e commerci, una misura da inserire nel Collegato per concedere “mutui sisma” attraverso l’Irfis

"Il Governo Musumeci intende sostenere cpon fondi regionali la ricostruzione nei Comuni colpiti dal sisma di Santo Stefano, ma occorre definire al meglio le competenze istituzionali e ridurre i lacci e lacciuoli della burocrazia che nascono su paralizzanti presunzioni di colpevolezza". Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, intervento all'incontro promosso ad Acireale dai Comitati dei terremotati a un mese dalle scosse che hanno colpito la zona etnea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo lavorando attraverso la riprogrammazione di fondi già nella disponibilità della Regione - ha spiegato Falcone - per destinare dai 20 ai 30 milioni di euro in primis per la ricostruzione dei centri storici e la viabilità. È allo studio, per sostenere imprese e commerci, una misura da inserire nel Collegato per concedere “mutui sisma” attraverso l’Irfis. Raccogliamo inoltre le indicazioni del portavoce del comitato dei terremotati, Salvatore Scalia, impegnandoci - ha chiarito l’assessore - a evitare la cementificazione selvaggia, a mantenere la caratterizzazione di contesto dei luoghi. Lo Stato - rilancia Falcone - deve però garantire lo snellimento delle procedure, la possibilità di reclutamento di personale esterno per i Comuni e adeguate risorse finanziarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento