rotate-mobile
Cronaca

Ingv, scossa di terremoto in area sismogenetica: nessun danno segnalato

Il terremoto della notte scorsa è avvenuto in un'area che storicamente ha sentito gli effetti di forti eventi sismici in aree limitrofe. La pericolosità sismica di questa area è considerata media

L'area epicentrale del terremoto di magnitudo 4.2 registrato dalla rete sismica dell'Ingv alle 3:34 al largo della costa siracusana a circa 42 km da Siracusa e a 52 km da Catania, con ipocentro a una profondità di circa 33 km, si colloca nel bacino ionico ad Est-Nord-Est dell'avampaese Ibleo, area maggiormente sismogenetica della Sicilia sud-orientale. E' quanto emerge da un report sulla scossa riportato dal sito IngvTerremoti in cui si evidenzia come nel bacino ionico si trovano strutture connesse alla faglia Ibleo-maltese.

Il terremoto della notte scorsa è avvenuto in un'area che storicamente ha sentito gli effetti di forti eventi sismici in aree limitrofe. La pericolosità sismica di questa area è considerata media. Terremoti anche più forti di quello avvenuto oggi sono possibili per quanto la probabilità che si verifichino, ovvero la frequenza, non è particolarmente alta.

Nessun danno è stato, finora, segnalato alla sala operativa regionale (Soris) della Protezione civile Siciliana da sindaci e enti competenti dopo il terremoto. L'evento è stato avvertito in molte località nel Ragusano, nel Siracusano e nel Catanese. E' quanto si apprende dalla Protezione civile regionale Siciliana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingv, scossa di terremoto in area sismogenetica: nessun danno segnalato

CataniaToday è in caricamento