rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Terreni abbandonati nelle periferie di Catania, serve piano di recupero

Terreni che vanno puliti, recintati e protetti per poterci costruire bambinopoli, piazze e persino parchi

Nelle fascia esterna della città sono centinaia i terreni abbandonati, conosciuti come “aree relitto”. Da Nesima a Monte Po, da San Giovanni Galermo a Librino, da San Giuseppe La Rena a San Giorgio rappresentano delle risorse mai adeguatamente sfruttate. Il consigliere comunale Maurizio Mirenda chiede all’amministrazione un piano di interventi per questi lotti, invasi dalla spazzature e dalle erbacce. "Terreni - spiega - che potrebbero essere riconvertiti in luoghi di socializzazione o essere venduti ai privati facendo cassa invece di rappresentare vere e proprie ferite aperte per Catania. Le idee, le proposte ed i suggerimenti sul loro utilizzo non mancano. Finora è mancata la reale volontà di restituire ai cittadini questi siti. Terreni che vanno puliti, recintati e protetti per poterci costruire bambinopoli, piazze e persino parchi: qualsiasi soluzione potrebbe andare bene purchè le periferie catanesi non restino più in queste condizioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terreni abbandonati nelle periferie di Catania, serve piano di recupero

CataniaToday è in caricamento