rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Terrorismo, albanese fermato all'aeroporto: convalidato l'arresto

Scatta l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per l'albanese di 30 anni, Ziadin Gjorgji, bloccato all'aeroporto di Fontanarossa con documento falso mentre stava cercando di imbarcarsi per Londra. Al momento non gli è contestata la finalità terroristica, ma sono in corso indagini

Scatta l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per l'albanese di 30 anni, Ziadin Gjorgji, bloccato all'aeroporto di Fontanarossa con documento falso mentre stava cercando di imbarcarsi per Londra. Erano state trovate in una pen drive anche alcune foto che lo ritraevano con in mano un kalashnikov. L'inchiesta sull'uomo è coordinata dal procuratore Giovanni Salvi e dal sostituto Iole Boscarino.

Il gip di Catania ha convalidato il fermo. L'uomo è stato interrogato ieri dal giudice per le indagini preliminari che, dopo l'udienza di convalida ha applicato la custodia in carcere come richiesto dalla Procura della Repubblica. All'albanese sono stati contestati i delitti di fabbricazione e possesso di documenti falsi e di utilizzo indebito di carta di credito.

Al momento non gli è contestata la finalità terroristica ma sono in corso indagini per "valutare la sussistenza di più gravi ipotesi di reato". In particolare, si sottolinea dalla Procura di Catania, attraverso accertamenti irripetibili che sono in corso sul computer che era in possesso dell'albanese, ritiene possibile accertare la rete di contatti che ha permesso all'uomo di procurarsi numerosi documenti di identità falsificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo, albanese fermato all'aeroporto: convalidato l'arresto

CataniaToday è in caricamento