Tifosi del Matera trovati in possesso di bombe carta, mazze e martelli

La perquisizione non solo dei tifosi ma soprattutto dei mezzi su cui viaggiavano e dei bagagli ha consentito di rinvenire un grosso quantitativo di materiale pericolosissimo

Prima dell’incontro di calcio di ieri, sono stati controllati 50 tifosi del Matera giunti a Catania con due pullman. Erano tutti privi di tessera del tifoso ma comunque autorizzati alla trasferta. Per l’occasione il servizio di ordine pubblico predisposto dal Questore ha previsto servizi preventivi ma soprattutto un servizio specifico di aggancio della tifoseria ospite allo scopo di procedere ad accurate perquisizioni prima che gli stessi si potessero immettere sul percorso che li portava allo stadio.

La perquisizione non solo dei tifosi ma soprattutto dei mezzi su cui viaggiavano e dei bagagli ha consentito di rinvenire un grosso quantitativo di materiale pericolosissimo.

Sono state trovate ben 52 bombe carta, 10 mazze di ferro, 4 mazze da baseball , martelli ed 1noccoliera. Uno di loro aveva inoltre tre bombe carte artigianali (le Cipolle), 2 bombe carta a fontana e 7 fumogeni.

Il personale in servizio ha proceduto al sequestro di tutto il materiale. La Digos ha proceduto all’arresto di uno dei tifosi del Matera P.M. e altri 33 sono gli indagati. Tutti sono stati immediatamente accompagnati alla scientifica e foto segnalati e denunciati all’Autorità Giudiziaria. Nei loro confronti si procederà anche con i Daspo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento