rotate-mobile
Cronaca

Cimitero, nel degrado la tomba della nobile Angelina Mioccio: fu imbalsamata dopo essersi suicidata per amore

La ragazza si tolse la vita nel 1911 perchè contraria ad un matrimonio combinato dal padre per interesse con un avvocato 10 anni più grande di lei

Una lettrice di Cataniatoday, la tanatoesteta Vanessa Cappello, segnala lo stato di degrado in cui si troverebbe la cappella in cui "riposa" Angelina Mioccio, una ragazza di nobili origini che si tolse la vita nel 1911 perchè contraria ad un matrimonio combinato dal padre per interesse con un avvocato 10 anni più grande di lei. Era segretamente innnamorata di un giovane di bassa estrazione sociale che lavorava per la sua famiglia e non si oppose alle sue per paura di essere licenziato. Straziata dal dolore e non vedendo altra via d'uscita, Angelina si gettò dalla torre del castello di Leucatia. Il suo corpo fu imbalsamato per preservarne la bellezza e riposa nel cimitero di Catania in una teca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero, nel degrado la tomba della nobile Angelina Mioccio: fu imbalsamata dopo essersi suicidata per amore

CataniaToday è in caricamento