Un milione di euro per il verde e la fontana del Tondo Gioeni: "Offesa per la città"

E' quanto denuncia l'associazione Catania Bene Comune: "Inascoltati gli inviti a un ripensamento, le proteste delle associazioni e delle forze politiche. Nonostante le grandi polemiche, la Giunta Bianco al gran completo, alle 11,55 del 7 ottobre 2015 ha approvato il progetto definitivo"

Un milione di euro per il verde e la fontana del Tondo Gioeni. E' quanto denuncia l'associazione Catania Bene Comune: "Inascoltati gli inviti a un ripensamento, le proteste delle associazioni e delle forze politiche. Nonostante le grandi polemiche suscitate dall'annuncio dello scorso agosto, la Giunta Bianco al gran completo, alle 11,55 del 7 ottobre 2015 ha approvato il progetto definitivo della “Sistemazione a verde e sistemazione artistico-architettonica della rotatoria del Tondo Gioeni” di Catania".

"Costo del progetto 994 mila 800 euro. Di questi 794 mila 800 derivano da un finanziamento ottenuto dal Comune di Catania per la realizzazione di una pista ciclabile da piazza Giovanni XXIII (stazione) a piazza Europa, progetto accantonato dall'attuale amministrazione nonostante l'immediata disponibilità delle risorse. I restanti 200mila euro invece provengono dal bilancio comunale" attacca l'associazone.

"Oltre l'incredibile sperpero di risorse, era stata proprio la scelta dell'amministrazione Bianco di stornare le risorse dalla pista ciclabile all'abbellimento del Tondo Gioeni ad aver indignato le associazioni di ciclisti che hanno chiesto alla Giunta quel ripensamento che non c'è stato. Catania è sull'orlo del dissesto finanziario, i dipendenti comunali hanno ricevuto gli stipendi con dieci giorni di ritardo, le cooperative sociali ricevono i finanziamenti con ritardi di mesi e mesi, la normale manutenzione della città è riservata a sempre meno zone, le periferie sono totalmente abbandonate, i servizi sociali non hanno più risorse, la tassazione è ai massimali, i servizi essenziali non sono garantiti e ai catanesi è chiesto di pagare per qualunque servizio, aumenti di tariffe si sono registrati in ogni settore, è questione di tempo e Catania sarà di nuovo invasa dalla spazzatura. Una situazione determinata dalla pessima amministrazione comunale e dai tragici tagli agli enti locali decretati dal Partito Democratico, da Matteo Renzi e da Rosario Crocetta"

"Un contesto nel quale la spesa di un milione di euro per l'abbellimento di una rotonda appare come un'offesa enorme all'intera città. Un affronto inaccettabile che dovrebbe portare alle dimissioni tutti quegli amministratori che negli ultimi anni hanno ripetuto come un mantra che non c'erano le risorse per soddisfare i bisogni primari delle catanesi e dei catanesi. Gli stessi assessori che hanno firmato questo indecente atto. Catania Bene Comune chiede che venga subito ritirato il progetto per il tondo Gioeni, che le risorse destinate alla pista ciclabile vengano spese per la sua realizzazione e che i 200 mila euro a disposizione dell'amministrazione vengano destinati al bilancio dei servizi sociali comunali"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un milione di euro speso per l'abbellimento di una rotonda e per sanare un danno estetico creato proprio da questa amministrazione in una città che piange miseria, che non ha piste ciclabili, che non ha servizi essenziali, che ha centinaia di lavoratrici e lavoratori legati al Comune che attendono di aver pagato lo stipendio è un affronto - conclude il movimento - Non si può spendere un milione di euro per una rotonda in una città che piange miseria. Economica, culturale, sociale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento