menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna in carcere uomo del clan "Assinnata": era ai domiciliari per rischio covid

Il 41enne paternese Rosario Furnari è stato trovato in compagnia di una persona non facente parte del suo nucleo familiare

I carabinieri di Paternò, in esecuzione di un ordine di aggravamento emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale presso la Corte di Appello di Catania, hanno arrestato il 41enne paternese Rosario Furnari. L’uomo, ritenuto essere appartenente al gruppo mafioso “Alleruzzo - Assinnata”, attivo nel comune di Paternò e considerato articolazione della famiglia catanese “Santapaola-Ercolano”, era stato scarcerato per motivi di salute e sottoposto alla detenzione domiciliare a causa dell'emegenza coronavirus. Il Furnari però, in occasione di un controllo effettuato presso la sua abitazione il 21 maggio scorso, è stato trovato in compagnia di una persona non facente parte del suo nucleo familiare originario, così, l’adozione del provvedimento a seguito del quale è stato trasferito nel carcere di Catania Bicocca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Spostamenti tra Regioni - Cos'è e come ottenere il 'certificato verde'

Salute

Salute della donna, open week per la prevenzione

Casa

Scope elettriche - I migliori modelli sul mercato

social

Università di Catania e Policlinico Rodolico - La cura farmacologica del Diabete Mellito migliora la funzione testicolare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento