Torna in carcere uno dei 'coltivatori' di marijuana arrestati a Paternò

L'uomo era stato rimesso in libertà dopo l'operazione dello scorso 23 settembre: in quella occasione i carabinieri hanno sequestrato oltre una tonnellata di sostanza stupefacente

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò hanno arrestato il 52enne Paolo Di Caro di Misterbianco (CT), in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale etneo per il reato di concorso in coltivazione illecita di sostanze stupefacenti. L'uomo era stato scarcerato a seguito dell’operazione del 23 settembre scorso, giorno in cui i carabinieri sequestrarono 1.300 chilogrammi di marijuana arrestando i sei coltivatori, tutt’ora in custodia cautelare, tranne l’odierno indagato che era ritornato in libertà. Grazie agli approfondimenti investigativi dei carabinieri, che hanno fornito al giudice elementi probatori inconfutabili, inserendo il soggetto a pieno titolo nella lucrosa attività illecita, l’uomo è stato arrestato e tradotto nel carcere di Termini Imerese (PA).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento