Tossico minaccia i genitori per estorcere denaro e comprare droga

Nonostante la presenza degli agenti, il tossicodipendente continuava a proferire minacce di morte al padre, accertandosi, peraltro, che lo stesso era destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento all'abitazione dei genitori

Nel primo pomeriggio di ieri un tossicodipendente catanese è finito in carcere per estorsione e minaccie ai propri genitori. Alle ore 13.50 circa una volante è intervenuta in un’abitazione di San Giovanni Galermo, dove era stata segnalata una lite in famiglia. Gli agenti sul posto notavano un soggetto allontanarsi, persona già conosciuta per analoghi interventi.

Da una ricostruzione effettuata, si accertava che lo stesso durante la mattinata aveva reiteratamente minacciato e quindi estorto somme di denaro ai propri genitori per acquistate dosi di sostanza stupefacente. Nonostante la presenza degli agenti, il tossicodipendente continuava a proferire minacce di morte al padre, accertandosi, peraltro, che lo stesso era destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento all’abitazione dei genitori e ai luoghi abitualmente frequentati dagli stessi. L'uomo è stato quindi trasferito presso la casa circondariale “Piazza Lanza” di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento