Cronaca

Trafficante di droga occupava ancora con la sua famiglia i beni confiscati: denunciati

I carabinieri di Palagonia sono intervenuti dopo un servizio a supporto del coadiutore nominato dall'Agenzia nazionale per l'amministrazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata

I carabinieri della stazione di Palagonia hanno denunciato un pluripregiudicato 60enne del posto, la moglie di 54 anni, la figlia di 19anni, il figlio 36enne e la moglie di quest’ultimo di anni 32, poiché tutti ritenuti responsabili di invasione di terreni o edifici. I militari, a seguito di un servizio di supporto al coadiutore nominato dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata, che aveva effettuato un sopralluogo lo scorso 15 dicembre, insieme a varie associazioni che avevano manifestato interesse all'utilizzo degli immobili confiscati, hanno constatato come i soggetti denunciati occupassero due distinti immobili: uno ubicato in via Cesare Battisti e l’altro in contrada Vanghella, insieme anche a figli minori degli anni 14.

Tutti gli immobili in esame, già di proprietà del 60enne (già condannato per traffico di sostanze stupefacenti), sono stati sottoposti a confisca, a seguito della condanna dello stesso per traffico di sostanze stupefacenti, con un provvedimento del Tribunale di Catania del 2011, confermato dalla Corte d’Appello di Catania nel 2015 (confisca divenuta esecutiva con la sentenza della Corte di Cassazione del 22 settembre 2016). I beni sono stati dunque  devoluti al patrimonio dello Stato e gestiti dalla Agenzia nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trafficante di droga occupava ancora con la sua famiglia i beni confiscati: denunciati

CataniaToday è in caricamento