menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia di Mascalucia, lanciata una petizione online per salvare i due cani

Una petizione online su change.org per evitare che i due dogo argentini della famiglia del bimbo sbranato vengano abbattuti. In 48 ore sono state raccolte più di 29 mila firme

"No all' abbattimento si alla riabilitazione! Il dogo argentino è un nobil cane agile e giocoso, è un compagno fedele in grado di stabilire con l’uomo un rapporto di complicità e affetto profondo. Nonostante l’aspetto aggressivo e ‘burbero’, è docile, astuto e affettuoso, ma va educato fin da cucciolo al rispetto dei ruoli e degli spazi".  Con queste parole, su change.org 48 ore fa,  è stata lanciata una petizione online per evitare che i due dogo argentini appartenti alla famiglia del piccolo Giorgio, il bimbo di 18 mesi ucciso da uno dei due cani, vengano abbattuti.

"Nessuno vuol essere giudice e giustiziere, - continua la petizione online - ma tanti in Italia hanno un dogo argentino, ed ogni famiglia è composta da bimbi, madri e padri. Ci leghiamo al dolore della famiglia di Mascalucia, ma vogliamo evitare che altro sangue possa esser sparso per questa vicenda. Per questa ragione invochiamo 'perdono' per i due dogo argentino! Chiediamo che possano essere trasferiti e seguiti in un centro cinofilo di riabilitazione".

In due giorni l'appello lanciato dagli animalisti ha raccolto più di 29 mila firma, mentre l'associazione animalista Aidaa ha inoltrato ufficialmente all'Asp di Catania e alla Procura, richiesta ufficiale di affido dei cani per inserirli in un progetto pilota di rieducazione. Oggi pomeriggioi intanto, è stata eseguita l'autopsia sul corpo del bimbo di 18 mesi per fare chiarezza sull'accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento