Partita la tre giorni della Lega a Catania: sfilata di big nazionali

Si è aperta questa mattina la manifestazione leghista nella zona della Nuova Dogana. Sabato prossimo il leader Matteo Salvini andrà a processo

E' partita questa mattina la tre giorni leghista a Catania che culminerà sabato con il processo al leader Matteo Salvini. Saranno tre giorni per stare "vicini" all'ex ministro dell'Interno  e ci sarà una sfilata di big della politica nazionale, tra cui Giorgia Meloni, Vittorio Sgarbi, Antonio Tajani. Questa mattina l'esordio della convention nella Nuova Dogana con un incontro sulla mobilità al quale ha partecipato, tra gli altri, l'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Marco Falcone di Forza Italia. Nel pomeriggio sarà il turno di Vittorio Sgarbi che dialogherà con un altro esponento della giunta Musumeci, l'assessore ai Beni Culturali Alberto Samonà. Infine in serata spazio a uno dei grandi "temi" leghisti: l'immigrazione con l'intervento dell'eurodeputata Tardino.

Inizia la tre giorni della Lega al porto di Catania | Video

Intanto c'è attesa su cosa decideranno i giudici per Matteo Salvini. Il leghista sarà oggi a San Giovanni La Punta a sostegno del candidato sindaco Lorenzo Seminerio e ha dichiarato: "Spero che il giudice leggerà la mia memoria che si conclude con la richiesta di voler pronunciare nei miei confronti sentenza di non luogo a procedere".

Matteo Salvini, nella sua "difesa", resa pubblica negli scorsi giorni, ricostruisce la vicenda della nave Gregoretti, vicenda di cui l'ex ministro dell'Interno, ripercorre le tappe, in un documento di 51 pagine, pubblicato sulla sua pagina Facebook, lo scorso 27 settembre, ha avuto 17mila commenti e altrettanto condivisioni sul social. Sabato mattina, il leader della Lega, varcherà le porte del tribunale di Catania, alle 9,30 ci sarà l'udienza preliminare dell'inchiesta che riguarda la gestione nello sbarco di 131 migranti bloccati a bordo di nave Gregoretti, della Guardia Costiera italiana, da 27 luglio al 31 luglio 2019, fino a quando giunse l'autorizzazione allo sbarco nel porto di Augusta, nel Siracusano. Tra le novità della memoria, la notizia della presenza di scafisti a bordo della nave Gregoretti.
 
Salvini ribadisce più volte che "non ci fu alcun sequestro di persona", ribadendo anzi che "deve escludersi anche per tale ulteriore motivo la configurabilità del sequestro di persona, non essendosi verificata alcuna illecita privazione della libertà personale nei giorni in cui i migranti rimasero a bordo della nave 'Gregoretti', in attesa dell'organizzazione del loro trasferimento presso la destinazione finale".

Il presidente della Regione Nello Musumeci probabilmente passerà dalla manifestazione leghista per un saluto e oggi ha voluto sgombrare le polemiche su una convention definita dagli avversari come una "sfida alla magistratura": "Anche Salvini ha escluso questa volontà - ha detto il governatore -. Si tratta di una manifestazione politica sul ruolo del centro destra nel nostro territorio, la coincidenza rientra nel gioco della comunicazione politica, non c'è nessuna pressione verso la magistratura che deve lavorare".

Intanto proseguono le manifestazioni di protesta contro Salvini e anche il PD ha espresso la propria adesione all'appuntamento previsto per sabato a Piazza Trento per sostenere la battaglia per il rispetto dei diritti umani  e contro il "tentativo di qualsivoglia strumentalizzazione del lavoro della magistratura catanese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento