Trecastagni: tenta di uccidere la convivente bruciandola viva

Un uomo ha tentato di uccidere la convivente prima gettando nella vasca da bagno un asciugacapelli, poi cospargendola di alcool e tentando di darle fuoco con un accendino

Un uomo ha tentato di uccidere la convivente prima gettando nella vasca da bagno un asciugacapelli collegato alla corrente elettrica mentre stava facendo il bagno, poi cospargendola di alcool e tentando di darle fuoco con un accendino.

E' accaduto a Trecastagni, dove i carabinieri hanno arrestato un uomo di 44 anni, pregiudicato originario di Gela (Caltanissetta), ma residente a Catania, con le accuse di tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, atti persecutori.

La vittima, una catanese di 36 anni, dopo l'episodio di violenza lo aveva lasciato e denuncato. Ora nei confronti di Tandurella è stato emesso un ordine di custodia caitelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento