Tre ore separano Catania e Palermo, inaugurato nuovo treno Minuetto

Alla presentazione del nuovo collegamento ferroviario veloce hanno partecipato Crocetta e il sindaco Bianco. Fermerà a Termini, Caltanissetta Xirbi ed Enna. "Qualche volta dal male nasce il bene, diventerà mezzo più competitivo" le parole del Governatore

Tre ore separano Palermo e Catania, inaugurato nuovo treno Minuetto
Saranno solo tre le ore che separeranno Catania e Palermo. Sono stati presentati i nuovi collegamenti ferroviari tra le due città, che saranno servite dal treno Minuetto di Trenitalia con quattordici corse giornaliere al prezzo di 12,5 euro (sola andata).
Il servizio entrerà regolarmente in funzione il prossimo 3 maggio. Ospiti d'eccezione all'inaugurazione il presidente della Regione Rosario Crocetta, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e quello di Catania, Enzo Bianco. Pur ammettendo il grande ritardo nel miglioramento del servizio di trasporto su linea ferrata, il Governatore ha voluto vedere il bicchiere mezzo pieno, scomodando anche i santi: "San Paolo diceva che qualche volta dal male nasce il bene. Questo è uno di quei casi". Termini Imerese, Caltanissetta Xirbi ed Enna le tappe intermedie del treno.

Nonostante il cedimento del viadotto sull'autostrada Palermo-Catania, che ha complicato non poco i collegamenti nell'isola, le due maggiori città siciliane da oggi sono più vicine. Per spostarsi da un capo all'altro della Sicilia basteranno 2 ore e 50 minuti, contro le 5 ore che si impiegavano in passato. "Abbiamo incardinato uno strumento per introdurre l'alta velocità in Sicilia - ha aggiunto Crocetta - e questa frana ci ha dato la possibilità di accelerare in qualche modo questa cosa. Il treno diventa il mezzo di trasporto più competitivo tra Palermo e Catania". Un notevole passo in avanti per una regione in cui l'alta velocità è ancora un lontano miraggio e il cui territorio è costretto a fare i conti con uno dei maggiori dissesti idrogeologici del Paese.

Tra i presenti ieri mattina alla partenza dal binario 3 della Stazione Centrale di Palermo, oltre al presidente di Rete ferroviaria italiana Dario Lo Bosco, il direttore della direzione commerciale Esercizio Rete Rfi Gianpiero Strisciuglio, il direttore della Divisione passeggeri regionale Trenitaria Orazio Lo Iacono, c'era anche l'assessore regionale alle Infrastrutture Giovanni Battista Pizzo.

"É una bella giornata per la Sicilia. Con questo nuovo impegno le Ferrovie stanno collegando in maniera adeguata la quinta e la settima città metropolitana del Paese. Parliamo di una popolazione totale di quasi 3 milioni di persone". Così il sindaco di Catania Enzo Bianco che era presente al primo viaggio in treno con i nuovi orari e i nuovi mezzi da Palermo a Catania. 

"È assai importante anche dal punto di vista produttivo - ha continuato Bianco -, avere dei tempi perfino minori di quelli con l'autobus attraverso l'autostrada. Le due città siciliane sono più grandi di Bologna, Firenze, Genova. Era ora che fossero adeguatamente collegate con questo primo step e un tempo di percorrenza di due ore e 47 minuti. I prossimi investimenti annunciati sono destinati a dimezzare questi tempi. La Sicilia che stiamo attraversando con questo treno è di una bellezza straordinaria. Una Sicilia poco conosciuta fatta di verde, di campi, di pascoli, di valli, che nessuno di solito vede dall'autostrada e che provoca un'emozione profonda, Oggi - ha detto ancora il sindaco di Catania - è un giorno importante per la Sicilia perché registriamo concretamente il primo segnale reale di un'inversione di tendenza da parte delle Ferrovie. Noi per decenni ci siamo sentiti trascurati da un programma di colossali investimenti per migliorare la mobilità del Paese che ha però interessato principalmente il centro-nord. Oggi c'è finalmente la possibilità  di un collegamento in tempi civili, direi quasi europei. Ricordo il mio primo viaggio da giovane studente in ferrovia, da Catania a Palermo. Impiegammo 5 ore e mezza, allora. Sino a qualche tempo fa le cose erano rimaste uguali ma oggi c'è finalmente stato un salto di qualità".

"Io - ha concluso Enzo Bianco - ringrazio di cuore per la capacità di reagire, di essere flessibili, che le Ferrovie hanno dato in questa occasione. Degna di un'azienda moderna ed estremamente competitiva. Ringrazio tutti, dal Presidente Crocetta all'assessore Pizzo che hanno avuto la capacità di fare squadra, e in particolare grazie alle Ferrovie che hanno reso possibile questa giornata storica per la nostra Regione".


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Potrebbe interessarti: https://www.palermotoday.it/cronaca/inaugurazione-treno-minuetto-palermo-catania-29-aprile-2015.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento