rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca

Tribunale, urina nell’armadio: giudice lo usava come bagno durante il Covid

Dentro un armadio del Palazzo di Giustizia di piazza Verga, sono state ritrovate decine di bottiglie da mezzo litro piene di un liquido di colore giallastro. Dalle indagini è poi emerso che erano piene di urina

Dentro un armadio del Palazzo di Giustizia di piazza Verga, sono state ritrovate decine di bottiglie da mezzo litro piene di un liquido di colore giallastro. Dalle indagini è poi emerso che erano piene di urina di un giudice civile che durante la pandemia di Covid, temendo per il rischio di 'promiscuità" dei bagni del tribunale, ne ha fatto una sorta di improprio water privato ed esclusivo. La notizia è riportata dal quotidiano La Sicilia.

La vicenda

La scoperta è stata fatta nel periodo dell’arrivo in città dei nuovi funzionari dell'Ufficio per il processo, in seguito al quale è scaturita una ricerca spasmodica di uffici, stanze e scrivanie in cui allocare i nuovi 'addetti'. La situazione ha creato una sorta di trasloco continuo, che in seguito alle indagini effettuate all’interno dell’armadio contenente l’urina si è fermato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale, urina nell’armadio: giudice lo usava come bagno durante il Covid

CataniaToday è in caricamento