rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca Piazza Verga

Tribunale: sì alla cura con staminali per la piccola Smeralda

Il Tribunale nella sentenza spiega che, nonostante la terapia sia sperimentale, non si può "negare il diritto alla salute e alla speranza'' della bambina e dei suoi familiari"

Non si può negare  il diritto alla salute e alla speranza di una bambina malata e dei suoi familiari. E' quanto deciso dal Tribunale di Catania che ha confermato con una sentenza l'ordinanza con la quale imponeva di continuare le cure con la metodica Stamina sulla piccola Smeralda, 18 mesi, disabile per i postumi di un'asfissia da parto.

Smeralda, infatti, è nata nell'ospedale Garibaldi di Catania. Durante il parto ci sono stati problemi e ha subito un'asfissia, che le ha procurato gravissimi danni cerebrali, rendendola non autonoma.

Per questa vicenda è stato aperto un procedimento giudiziario che è ancora pendente. La piccola è legata a un respiratore esterno ed èe' bloccata a letto.

Sua sorella gemella sta bene. Smeralda è assistita nel centro di rianimazione pediatrica dell'ospedale Garibaldi di Catania ed ha già fatto tre infusioni con il metodo Stamina nell'ospedale di Brescia, e, secondo i suoi genitori, aveva avuto dei piccoli segnali di miglioramento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale: sì alla cura con staminali per la piccola Smeralda

CataniaToday è in caricamento