rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Trova un chiodo nel trancio di pizza, chiuso un panificio

La scoperta nasce grazie alla segnalazione di un consumatore che nota su un trancio di pizza appena acquistato e che sta per mangiare la presenza di un "ingrediente" anomalo ovvero di un chiodo in ferro lungo alcuni centimetri, immerso nella farcitura, che, se ingerito, avrebbe potuto causargli gravi lesioni

Il Nas di Catania, nel corso di un controllo nel campo della produzione artigianale del pane, ha bloccato l'attività di un forno a legna in un centro abitato dell'hinterland catanese, per gravi carenze igienico-sanitarie. La scoperta nasce grazie alla segnalazione di un consumatore che nota su un trancio di pizza appena acquistato e che sta per mangiare la presenza di un "ingrediente" anomalo ovvero di un chiodo in ferro lungo alcuni centimetri, immerso nella farcitura, che, se ingerito, avrebbe potuto causargli gravi lesioni.

I carabinieri nel corso dei controlli al panificio hanno scoperto un deposito abusivo con 500 kg di scarti di legname e pedane d'imballaggio accatastate, che il panettiere utilizzava per alimentare il forno a pietra e cuocere pane e pizze che cosi' erano a contatto diretto con i chiodi conficcati nelle assi di legno. 

Tale materiale di risulta è classificato dalla legge come rifiuto speciale e, pertanto, non puo' essere impiegato per l'alimentazione di forni a pietra che richiedono, invece, esclusivamente legna o prodotti legnosi naturali. Nei confronti del titolare, del deposito abusivo e del materiale legnoso sono stati adottati i provvedimenti del caso, informandone le Autorita' competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova un chiodo nel trancio di pizza, chiuso un panificio

CataniaToday è in caricamento