menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa formazione, gli arrestati

Personaggi chiave dell'inchiesta sono Giuseppe Saffo e suo nipote Francesco Cavallaro, che si sarebbero avvalsi di alcune imprese a loro stessi riconducibili anche attraverso altri familiari e appositamente costituite per documentare spese fittizie

Gli enti di formazione professionale coinvolti sono l'Anfe (Associazione nazionale famiglie emigrati), l'Iraps (Istituto di ricerche e applicazioni psicologiche e sociologiche), l'Anfes (Associazione nazionale famiglie emigrati siciliani) e l'Issvir (Istruzione, servizi, sport, volontariato, italiano e regionale), tutti con sede in Catania e operanti anche in altre province siciliane.

Personaggi chiave dell'inchiesta sono Giuseppe Saffo - noto come titolare dell'ex Lido Graziella, oggi "Le Palme", alla Playa- e suo nipote Francesco Cavallaro, che si sarebbero avvalsi di alcune imprese a loro stessi riconducibili anche attraverso altri familiari e appositamente costituite per documentare spese fittizie.

In altri casi le società di comodo sono state utilizzate come soggetto economico interposto fra gli effettivi fornitori e gli enti formativi, in modo da aumentare fittiziamente il prezzo di alcune forniture.

In carcere sono stati trasferiti Giuseppe Saffo e suo nipote Francesco Cavallaro, mentre sono stati posti agli arresti domiciliari Concetta Cavallaro, Manuela Nociforo, Eleonora Viscuso, Domenico La Porta, Rosa Maria Trovato, Giuseppe Bartolotta e Biagio La Fata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento