Cronaca

Si finge ispettore del lavoro di Catania e promette assunzioni, due denunce

Promettevano assunzioni facili in un centro commerciale e in cambio del posto di lavoro chiedevano soldi, formalmente necessari a corsi di formazione, da frequentare prima di firmare il contratto: circa 900 euro accreditati su una carta postepay

Promettevano assunzioni facili in un centro commerciale e in cambio del posto di lavoro chiedevano soldi, formalmente necessari a corsi di formazione, da frequentare prima di firmare il contratto. E' accaduto a Palermo, ma la truffa è stata scoperta a seguito di una madre che si era affidata a un sedicente ispettore del lavoro di Catania, conosciuto su internet.

L'uomo millanta una serie di conoscenze nel settore commerciale del megastore grazie alle quali avrebbe potuto "sistemare" madre e figlio con le mansioni rispettivamente di cassiera e addetto al magazzino.

Per 'oliare' il sistema, però', chiede e ottiene circa 900 euro che i due malcapitati accreditano su una carta postepay a più riprese. I soldi formalmente sarebbero serviti per alcuni corsi di formazione, frequentati i quali i due sarebbero stati assunti.

L'attività di monitoraggio di tutti i contatti, sia telefonici sia telematici, che intercorrono tra il truffatore e le sue vittime ha permesso agli investigatori di individuare l'intestatario della carta postepay, un 50enne di Frosinone, con diversi precedenti specifici: per concorso in truffa è stata indagata la "segretaria" (e compagna) del falso ispettore del lavoro, una 25enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge ispettore del lavoro di Catania e promette assunzioni, due denunce

CataniaToday è in caricamento