Truffa del macellaio in banca, individuato l'autore e denunciato per truffa

Le indagini della squadra mobile della Questura, grazie anche alla visione delle immagini del sistema di video-sorveglianza della banca, ha consentito di individuare il truffatore. Secondo la polizia aveva già realizzato altri colpi analoghi

E' stato individuato e denunciato per truffa dalla polizia di Stato di Catania l'autore della truffa del 'macellaio' realizzata due giorni a una dipendente di una banca dalla quale si è fatta consegnare 50 euro in cambio di una confezione di carne, che in realtà conteneva frattaglie di pollo, che era destinata al direttore dell'istituto di credito, che non aveva fatto alcuna ordinazione.

L'uomo, un 50enne che lavora come collaboratore in una macelleria, avrebbe ammesso le sue responsabilità dicendo di avere problemi economici. L'indagato in stato di libertà, con il grembiule tipico dei macellai, si era presentato in un istituto di credito del centralissimo corso Sicilia e, con la scusa di consegnare al direttore una busta contenente della carne, si era fatto consegnare da un'ignara impiegata 50 euro.

Le indagini della sezione 'Contrasto al Crimine Diffuso' della squadra mobile della Questura, grazie anche alla visione delle immagini del sistema di video-sorveglianza della banca, ha consentito di individuare il truffatore. Secondo la polizia aveva gia' realizzato altri colpi analoghi: a un esercente commerciale di via Umberto, a una farmacia ed una parafarmacia entrambe della zona Borgo. Indagini sono in corso per accertare altre eventuali truffe del 'macellaio'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento