Truffa dello specchietto, preso specialista del settore a Sant'Agata Li Battiati

I carabinieri invitano i cittadini, che lo riconoscono in foto a presentare denuncia in una qualsiasi caserma

Cercava di fregare gli automobilisti con il più classico degli espedienti, la truffa dello specchietto. Il 29enne Umberto D’Amico, di Noto, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale ieri pomeriggio in via Leonardo Da Vinci, al confine tra i comuni di Sant’Agata Li Battiati e Tremestieri Etneo.

A bordo di una Fiat Panda, aveva simulato un incidente stradale, con danneggiamento ad uno degli specchietti retrovisori e cercava con forza di farsi risarcire il danno sul posto. Per sua estrema sfortuna, in zona stava transitando una pattuglia e lui, alla loro vista, è salito in macchina ed ha tentato la fuga.

Uno dei militari si è aggrappato alla portiera dell’auto costringendolo dopo una ventina di metri ad arrestare la corsa e ad arrendersi. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza. I carabinieri invitano i cittadini, che lo riconoscono in foto e che siano stati vittima di truffe simili, a presentare denuncia in una qualsiasi caserma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento