Truffa tributi per 12 Comuni: inchiesta trasferita a Chiavari

Le accuse sono di avere accertato e riscosso spettanze e tributi di 12 Enti della provincia etnea senza versarle, fino alla data dell'accertamento, all'Ente pubblico. Il danno complessivo è di circa 1,8 milioni di euro

E' stata trasferita a Chiavari, per competenza territoriale, l'inchiesta della Procura di Catania su Giuseppe Saggese, l'imprenditore pugliese di 52 anni, originario di Taranto ma trapiantato a Rapallo (Genova), arrestato il 3 ottobre scorso nell'ambito di un'inchiesta su Ici riscossa per i Comuni e trattenuta nelle casseforti di Tributi Italia.

Lo ha deciso il Gip etneo, Alessandro Ricciardolo, accogliendo la richiesta dei pm Alessandro La Rosa e Angelo Busacca. La difesa aveva chiesto il trasferimento dell'inchiesta a Roma. Indagati a Catania, oltre a Saggese, sono altri due ex amministratori e rappresentanti legali di Tributi Italia, Pasquale Froio, di 56 anni, di Benevento, e Vito Paolo Mori, di 64, di Barletta.

La magistratura etnea aveva chiesto, nel gennaio scorso, il rinvio a giudizio per peculato ai danni di 12 Comuni etnei. I tre sono accusati dalla Procura di Catania di avere accertato e riscosso spettanze e tributi di 12 Enti della provincia etnea senza versarle, fino alla data dell'accertamento, all'Ente pubblico. L'inchiesta e' stata avviata dopo le denunce di diversi sindaci nel 2009. Il danno complessivo stimato dalla magistratura è di circa 1,8 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento