Smascherata truffatrice on-line, vendeva su 'Subito' abiti femminili

I Carabinieri di Bronte l'hanno però smascherata, grazie anche alla denuncia di una giovane brontese, che nel marzo scorso aveva ricaricato di ben 300 euro la postepay della signora per ricevere indumenti

Attirava le vittime su subito.it commerciando abiti femminili che però non consegnava agli acquirenti. I Carabinieri di Bront l’hanno però smascherata, grazie anche alla denuncia di una giovane brontese, che nel marzo scorso aveva ricaricato di ben 300 euro la postepay della signora per ricevere indumenti, mai giunti a destinazione. Accertamenti sul numero della carta postale ed ecco che salta fuori l’identità della donna, la 40enne C.T., di Napoli, già gravata da precedenti penali specifici, denunciata dai militari per truffa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento