Si intrufolava nelle aziende in crisi, truffando e minacciando il titolare

Fingeva di essere un commerciante con ampia disponibilità economica e entrava in società in aziende in crisi. Poi, si appropriava illegalmente del materiale acquistato. L'uomo ad essere arrestato è E.S., 55 anni

Fingeva di essere un commerciante con ampia disponibilità economica e entrava in società in aziende in crisi. Poi, si appropriava illegalmente del materiale acquistato: dall'abbigliamento ai prodotti di tabaccheria, agli alimentari. L'uomo ad essere arrestato per  tentativo di estorsione, è E.S., 55 anni.

Nei suoi confronti, personale della sezione di polizia giudiziaria della polizia di Stato della Procura etnea, ha  eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal  Gip. Secondo l'accusa, con il piano messo in atto dal malvivente, il titolare dell'azienza perdeva, a poco a poco, il controllo della ditta. Il truffatore, una volta scoperto, minacciava esplicitamente il titolare dicendo di disporre dei carnet di assegni firmati in bianco. A quel punto, la vittima rimaneva da sola a fronteggiare i fornitori che chiedevano il pagamento delle merci.

Indagini  sono ancora in corso per identificare eventuali complici  nell'attività criminosa che gli investigatori ritengono sia "ancora florida e diversificata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento