Truffe agli anziani, La polizia mette in guardia da falsa "dottoressa"

La donna indossava un gubbino nero e vistose calze a rete: signora anziana derubata in casa

Ancora un colpo messo a segno dai “professionisti della truffa” che, purtroppo, sempre più spesso prendono di mira le fasce più deboli della popolazione: gli anziani.

Questa volta a presentarsi alla porta di un’attempata signora è stato un falso “medico incaricato dalla farmacia”, una "dottoressa" che, per conto della farmacia, avrebbe avuto l’incombenza del disbrigo di una pratica relativa alla tessera sanitaria di esenzione.

In poche parole: al costo di 50 euro, l’anziana donna avrebbe avuto il servizio burocratico a domicilio, grazie al quale avrebbe potuto godere dell’esenzione dei pagamenti dei farmaci. Nulla di più falso. La donna, infatti, appena le due donne (la padrona di casa era accompagnata da un’altra signora, anch’essa d’età avanzata) si sono distratte grazie a uno stratagemma adottato dalla truffatrice, si è impadronita di tutti i denari in possesso della vittima che è stata derubata di ben 920 euro.

Purtroppo, come sempre accade, il furto è stato scoperto dopo che la malvivente aveva lasciato l’appartamento, facendo perdere le proprie tracce. La finta "dottoressa" si presenta come una donna dall’apparente età di 40/45 anni, alta circa 1 metro e 50 con capelli scuri e, nell’occasione, vestiva una gonna nera, un giubbino nero e vistose calze a rete: ovviamente, non si tratta di un identikit, ma semplicemente di un’avvertenza e un invito alla massima attenzione rivolto a tutte quelle persone, specie gli anziani, che possano imbattersi in un presunto medico che pretende denaro, per conto di terzi, per favorire pratiche economicamente vantaggiose.

Non cascateci: non aprite mai la vostra porta di casa a nessuno che chieda o prometta soldi o altri vantaggi economici, nessuno è autorizzato a farlo e nessuno lo fa. Quando accade è solo per derubarvi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento